Quantcast

La Blockchain pronta a rivoluzionare anche il settore energetico: un’innovazione che promette di tagliare costi ed emissioni inquinanti

La Blockchain pronta a rivoluzionare anche il settore energetico: un’innovazione che promette di tagliare costi ed emissioni inquinanti
Lo studio “La rivoluzione blockchain nell’energia”, realizzato dagli esperti Bip, è stato presentato in occasione della partenza della XIV edizione del Master in Energy Management

16 - 10 - 2018

Lo studio “La rivoluzione blockchain nell’energia”, realizzato dagli esperti Bip, è stato presentato in occasione della partenza della XIV edizione del Master in Energy Management

  • Entro i prossimi 3 anni tutti i player del settore avranno investito nella tecnologia della Blockchain
  • Banche dati, certificazione energetica, misurazioni, letture, mobilità elettrica e trading: queste alcune delle aree che saranno fortemente impattate dalla Blockchain


È ufficialmente partita la XIV edizione del Master in Energy Management organizzato da Bip - Business Integration Partners, multinazionale di management consulting, e MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business

Un’iniziativa di alta formazione nata per preparare i futuri manager nel settore dei servizi di pubblica utilità (energia, gas, etc.) e consentire alle aziende partner dell’iniziativa di inserire nel proprio organico professionalità con competenze e potenzialità di particolare interesse.


Carlo Capè, co-fondatore e Amministratore Delegato di Bip, nonché membro del CdA del MIP, insieme ad Andrea Sianesi, Dean del MIP, e Vittorio Chiesa, Direttore del MEM, hanno presentato il percorso e dato il benvenuto agli allievi. 

In occasione della giornata, è stato presentato lo studio a cura di Bip sul tema dell’impatto della blockchain nel settore energetico.

Attraverso un’indagine condotta dagli esperti della multinazionale sulle principali grandi aziende elettriche italiane, fornitori di servizi, produttori di energia rinnovabile e operatori di rete, la survey ha evidenziato che il 75% degli intervistati prevede nei prossimi anni un impatto diffuso della tecnologia della Blockchain nel settore dell’energia, nonostante esista ancora un gap informativo circa la conoscenza dell’applicazione della tecnologia.

Tra i benefici maggiormente attesi dagli intervistati: efficienza e ottimizzazione dei processi aziendali esistenti (al 64%), seguito da trasparenza (al 18%) e riduzione dei costi (al 9%).

Nonostante l’attenzione generale emersa, gli esperti Bip hanno evidenziato, tra i principali motivi per cui la tecnologia non ha ancora visto un'adozione di massa, la mancanza di standardizzazione (30%), seguita dalla scalabilità tecnologica (20%) e dalla mancanza di regolamentazione (10%), con la complessità delle barriere della conoscenza e della trasformazione.

Anche questi gli spunti di grande attualità che saranno affrontati insieme agli studenti che frequenteranno il Master in Energy Management, un percorso di formazione - rivolto a giovani neolaureati o con breve esperienza lavorativa – che ha il duplice obiettivo di fornire tutte le competenze necessarie per lavorare in ambito energetico e, contemporaneamente, di consolidare un settore dove c’è offerta di lavoro ma non è sempre facile trovare risorse adeguatamente formate. 

L’efficacia del prodotto è data dalla collaborazione tra Bip e MIP, dunque dall’integrazione della conoscenza del mondo aziendale di Bip con le competenze specialistiche della faculty accademica del MIP. 

Grazie a un placement superiore al 95%, il Master ha finora formato più di 250 allievi inserendoli nel mondo del lavoro, all’interno di un settore che mostra tassi di crescita estremamente significativi sia livello nazionale che internazionale.