Quantcast
lingua Italiano
tipo Part Time
luogo Campus di Ingegneria, Università degli Studi di Bergamo, Viale Marconi 5, Dalmine (BG)

Elena Ciscato

Production Manager, Eni US Operating Co Inc

Ho frequentato il Master in Gestione della Manutenzione Industriale nel biennio 2005 - 2007. È stata un’ottima opportunità di preparazione su tematiche di gestione della manutenzione con un approccio sia teorico, sia calato sulla realtà lavorativa. Inoltre è stata un’ottima occasione di creazione di un network importante. Ho avuto modo di sfruttare queste competenze nel corso della mia carriera sia nell’ambito della gestione di nuovi progetti di sviluppo, sia nell’ambito della gestione di asset operativi, con particolare focus sugli aspetti di riorganizzazione della struttura di gestione della manutenzione.

Dall’ottobre del 2011 ricopro la posizione di Production Manager di enipetroleum (Houston), consociata USA di eni Divisione Esplorazione e Produzione, riportando al Vice President of Operations. Sono responsabile della gestione di 21 siti produttivi (GOM shallow e deep water e arctic assets in Alaska) con una produzione totale di circa 60.000 boepd, con una struttura di circa 200 risorse gestite.

Product Sales Director WW Folding Carton Industry, Bobst Mex Sa

Ho frequentato e conseguito con Lode il Master in Gestione della Manutenzione Industriale nel biennio 2005 - 2007 con tesi su Contratto di Manutenzione per Piccoli -Medi Clienti e Gestione Magazzino Ricambi centrale e sue periferiche link ai bisogni online parco macchine installato. È stata un’ottima opportunità in quanto da Responsabile Service Italia per linea di Prodotto SP Autoplatine, a metà percorso del Master, la Casa madre mi ha offerto  di trasferirmi in Svizzera in HQ come Responsabile Supporto Vendite del Sud Europa. Applicando le varie metodologie di Strategia, Marketing e Finanza apprese al Master ho potuto avanzare in diverse posizioni nella mia Società in qualità di Responsabile Supporto Vendite Prodotto Diecutter e Stampers per Oceania e per Great China, Marketing Manager WW per linea di Prodotto Stampa a caldo, Marketing e Sales Director WW linea di Prodotto Piega Incollatrice, fino ad approdare al mio attuale ruolo di Direttore Vendite Mercato Mondiale per il Cartone Teso. Sono anche Responsabile della Pianificazione della Produzione vs domanda del mercato mondiale su tutti i 5 siti di Produzione Cartone Teso Bobst Svizzera,Italia, India , Cina e Brasile, Responsabile del margine Gruppo dei prodotti per il Cartone Teso e del Forecast Vendite a livello Mondiale; sono Membro Permanente dei Steering Comitee per lo Sviluppo e Implementazione Strategie Nuovi Prodotti. Ho una responsabilità diretta di 17 Product Sales Manager e Area Sales Manager e trasversale indiretta di 80 collaboratori dalla Pianificazione della Produzione alla Logistica. Il Master è stato necessario per progredire nella mia carriera dandomi le basi da applicare di volta in volta nelle varie posizioni ricoperte e soprattutto dal 2011 l’opportunità di gestire un TO di CHF 500 Mil su un Mercato Mondiale.

Responsabile Manutenzione di Stabilimento, Cogne Acciai Speciali

Fino a quando non ho frequentato il Master meGMI pensavo che la Manutenzione fosse principalmente un lavoro dove l’esperienza e il “saper fare” rappresentassero gli elementi fondamentali  per fare egregiamente questo mestiere: mi sbagliavo!

Grazie al Master ho potuto capire che la Manutenzione è molto di più di questo e a un Responsabile di Manutenzione sono richieste non solo competenze tecniche ma soprattutto competenze gestionali che si sviluppano trasversalmente a tutta l’organizzazione aziendale abbracciando processi e funzioni differenti.

Ho imparato che non esiste “Una Manutenzione” ma la scelta organizzativa che si privilegia per la propria realtà deve essere costruita e implementata avendo piena padronanza delle tecniche e dei processi dell’intera azienda. Il Master ha rafforzato e ampliato il mio bagaglio tecnico-gestionale in campo manutentivo ma non solo e mi ha offerto continui e innumerevoli confronti con i miei colleghi di Corso, permettendomi di costruire un network ancora oggi importante nella gestione del mio lavoro quotidiano.

Oggi come Responsabile di Manutenzione di un Stabilimento Siderurgico gestisco attraverso una organizzazione complessa più di 300 persone (tra interni ed esterni) e un budget che si aggira sui 20 Ml di Euro / anno.

Responsabile Manutenzione e Servizi-Investimenti stabilimento di Piombino, Tenaris Dalmine

Quando nel 1979 entrai a far parte della “famiglia” Dalmine, ricoprendo un ruolo in produzione, il mio primo pensiero fu quello che un giorno sarei dovuto arrivare alla Manutenzione.

Intendevo la Manutenzione come un punto di arrivo della mia carriera, perché l’ho sempre ritenuta un elemento chiave per mantenere e migliorare il valore e la competitività dell’azienda.

Con il passare del tempo mi sono accorto che le capacità tecniche, se pur basilari per certe professioni, non costituivano più un punto di arrivo, i processi produttivi cambiavano e la complessità dei sistemi tecnologici aumentava, una sempre più forte consapevolezza in tema di sicurezza e di protezione ambientale, unita agli aspetti economici, sempre più stressanti e  importanti, portavano a una manutenzione intesa non più come un servizio tecnico specialistico ma come una integrazione dei processi più ampia.

Se a questo aggiungiamo l’evoluzione dell’”Ingegneria di manutenzione”, con nuovi sistemi  diagnostici e di analisi, il passo da compiere era quello di trasformare la mia attività tecnica, in una attività più “imprenditoriale”, di unire e ottimizzare sia gli aspetti tecnici che quelli economici, in poche parole di Gestire la Manutenzione Industriale, una funzione in grado di integrare processi diversi attraverso contatti con la direzione generale, il sindacato, la produzione, l’ufficio acquisti, l’ufficio personale …

Il Master mi ha aiutato a superare il gap, mi ha permesso di ampliare notevolmente il mio bagaglio gestionale che non è solo manutentivo, perché crescere vuol dire sviluppare nuove conoscenze da applicare in tutti i campi.

Che dire poi della immensa opportunità di interagire con colleghi professionisti di altri settori di altre aziende, esperienze diverse che si incontrano. Fantastico.

Il tutto arricchito dall’incontro con i docenti, personale altamente professionale che ha “una storia vissuta da raccontare”.

Un’ultima considerazione, ma non meno importante: in qualsiasi momento so che nella mia libreria c’è un libro o una dispensa, nella mia agenda c’è un nome, nel mio network c’è una comunità alla quale posso sempre rivolgermi.

Responsabile manutenzione meccanica finiture, Tenaris Dalmine - Stabilimento di Arcore

A una manutenzione moderna oggi sono richieste nuove e sempre più complesse attività: analisi affidabilistiche, analisi economiche, gestione dei ricambi, .... In questo contesto si inserisce perfettamente il master meGMI, al quale ho partecipato con soddisfazione, che vuole aprire l'orizzonte del classico sistema di manutenzione a una nuova concezione in cui assume maggiore importanza la parte "pensante" (ingegneria di manutenzione) a scapito della parte "operante". Questo non per sminuire, ma per dare più valore aggiunto al lavoro del manutentore.

Il taglio professionale di questo Master ha favorito tra i partecipanti uno scambio immenso di informazioni: da come viene gestita la manutenzione a come vengono fatte le analisi guasto a come sono organizzate le funzioni di manutenzione nelle diverse realtà. Una parte del Corso è stata dedicata poi alla gestione delle risorse umane, altro pilastro fondamentale per la manutenzione del futuro.

Questa esperienza mi ha fornito alcuni strumenti di immediata applicabilità, ma al tempo stesso ha anche ampliato la conoscenza su tutto ciò che sta attorno al mondo della manutenzione, rendendo così più solide le fondamenta su cui poter costruire la propria carriera

 

Chief Operating Officer, AB Service
 
Per un’azienda che fa del Service il suo core business l’organizzazione della manutenzione costituisce l’ossatura di tutta la struttura.
Per questo motivo ho visto questo Master come un passaggio essenziale non solo per la mia crescita professionale ma per il consolidamento e il miglioramento di tutta l’azienda.

Grazie alla competenza, alla professionalità, alla disponibilità ma soprattutto alla passione del corpo docente ho appreso innumerevoli metodologie, strumenti, punti di vista per un approccio ingegneristico alla manutenzione e non solo. Questo percorso accademico fornisce un’apertura mentale ad ampio spettro affrontando anche temi di economia, gestione delle risorse umane, project management, organizzazione aziendale, change management e molti altri. Assistendo alle lezioni, discutendo con i docenti, preparando gli esami si percepisce uno stretto legame tra la teoria esposta e la realtà lavorativa che viviamo quotidianamente nell’ambiente industriale.

In parallelo all’attività accademica ho avuto modo di costruire un network di persone, di aziende e di professionisti con i quali ho discusso, mi sono confrontato e misurato. È stato possibile costruire una vasta bibliografia di documenti, riviste e siti web dedicati al mondo della manutenzione.
Credendo profondamente nella forza del team ho cercato di condividere fin da subito quest’esperienza con i miei colleghi portando alcuni docenti con le loro testimonianze all’interno della nostra azienda, iniziativa che ha riscosso un grande successo.

Responsabile dei servizi tecnici e manutenzione, Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, stabilimento di Foggia

Ho avuto la fortuna di muovere i miei primi passi in azienda durante uno stage nel reparto di manutenzione di una multinazionale tedesca; nonostante i tanti problemi incontrati e gestiti da allora la manutenzione fa parte della mia vita professionale.
Questa è la motivazione che mi ha spinto a iscrivermi a questo Master: l’ho ritenuto essenziale per approfondire tutte le tematiche riguardanti le attività di manutenzione a livello tecnico e gestionale.
Durante le lezioni, due anni passati troppo velocemente, ho avuto la possibilità di apprezzare la grandissima competenza e professionalità offerta dal corpo docente di Bergamo e Milano, ho gradito moltissimo i momenti di condivisione delle esperienze di ogni collega e le lezioni pratiche effettuate visitando alcuni impianti del territorio. Ho avuto la possibilità di apprezzare diversi punti di vista riguardanti la gestione della manutenzione di stabilimenti differenti dal mio, rendendomi conto in molti casi quanto gli argomenti visti a lezione fossero applicabili nella pratica quotidiana. Questo percorso mi ha dato anche la possibilità di conseguire la qualifica di Manager di manutenzione, in ottemperanza alla norma EN 15628.
È nata, durante le lezioni, una forte sinergia tra noi studenti professionisti del settore manutenzione che ci permette anche oggi di confrontarci e aiutarci nella risoluzione di problematiche relative alla gestione delle attività manutentive.
Ho messo da subito la mia formazione a disposizione dell’azienda in cui lavoro, partendo come sempre dalla gestione del gruppo, punto di forza di tutte le organizzazioni aziendali, finalizzata alla creazione di una struttura capace di individuare ruoli e mansioni a supporto della produzione.

THE BEST VALUE FOR MONEY CHOICE IN ITALY

MIP Politecnico di Milano is the best choice for value for money. The strenghts of the school are the professors and the Italian teaching approach. Each professor is able to transfer not only contents, but a different perspective, helping the students to build their ideas.

MARCO RIGOBELLO Sales Manager 2011 - 2012, MBA

GREAT PROFESSORS

Professors with a passion to teach generations of leaders who have shaped the practice of business in every industry.

MARIA BARTOLI Group Credit Manager at STEF 1993 - 1994, MBA