Quantcast

Shopping (R)evolution 2016: In Italia consumatori e imprese sempre più multicanale

Shopping (R)evolution 2016: In Italia consumatori e imprese sempre più multicanale
Presentati i risultati della Ricerca 2016 dell’Osservatorio Multicanalità

23 - 06 - 2016

La multicanalità è sempre più mobile, e gli Italiani sempre più eShoppers.

E’ il dato evidenziato da Shopping (R)evolution, nona edizione del Convegno dell’Osservatorio Multicanalità promosso da Nielsen, School of Management del Politecnico di Milano e Connexia, in sinergia con Hubility, tenutosi oggi presso l’Istituto Mario Negri di via la Masa, 19 a Milano.

La Ricerca 2016 ha evidenziato tratti di continuità importanti con il report 2015 e introdotto, al contempo, elementi nuovi, in grado di fornire alle aziende insight rilevanti e con valenza strategica per lo sviluppo futuro del loro business.

Si conferma la fotografia di un’Italia multicanale, dove il 60% della popolazione al di sopra dei 14 anni di età perfeziona il processo di acquisto attraverso un mix di touchpoint tradizionali e digitali e dove la multicanalità ha cessato di rappresentare un fattore occasionale o opzionale all’interno del customer journey: i comportamenti si sono evoluti e i consumatori italiani sono ormai abituati a vivere la rete in logica everywhere e in ottica seamless, ovvero come un ambiente unico composto da una molteplicità di canali cui attingere.

Al significativo cambiamento delle abitudini di consumo si accompagna un primo dato rilevante: il 63% degli Internet Users si connette a Internet da smartphone, un valore in crescita esponenziale rispetto al 2012 (+43 p.p.). Crescono anche gli utenti che utilizzano il tablet per accedere al web (+14 p.p. rispetto al 2012) e diminuiscono gli accessi da pc (-15 p.p. rispetto al 2012).
In Italia l’era del mobile si conferma nella sua piena maturità.

Muta di conseguenza anche il ruolo giocato dal punto vendita fisico, non più e non solo touchpoint per la vendita diretta, ma anche punto di riferimento per il reperimento di informazioni, spazio per l’erogazione di servizi integrativi e ambiente privilegiato per la relazione brand - consumatore, fino a divenire, in taluni casi,  luogo strategico in cui costruire percorsi esperienziali personali con la marca.

Scarica il comunicato integrale