Quantcast

Il progetto


Cari amici,
la scomparsa di Gianluca ha lasciato un grande vuoto nei nostri cuori e tutti noi al MIP ed al Dipartimento di Ingegneria Gestionale stiamo lavorando per portare avanti i progetti che avevamo iniziato con lui e che rappresenteranno alcune delle linee di sviluppo della School of Management nei prossimi anni.
Nei giorni immediatamente successivi alla sua scomparsa abbiamo ricevuto da tutti voi una incredibile dimostrazione di affetto a testimonianza della stima e dell’apprezzamento per il lavoro svolto da Gianluca, e in molti messaggi c’era anche la richiesta di poter contribuire in qualche modo al suo ricordo.
Pensiamo che il modo migliore per ricordarlo sia fare assieme qualcosa di grande, che lasci una impronta significativa nel mondo della formazione e della ricerca sul management e che sia riconducibile immediatamente a Gianluca.
Qualcosa che duri nel tempo e che sia anche un’occasione per raccontare, a chi entrerà nella nostra Scuola in futuro senza aver avuto la fortuna di incontrare Gianluca, la sua visione sulla formazione, sul ruolo dell’Università e delle Business School nel sistema paese e sulle cose concrete che si possono fare per realizzarle.
La prima azione tangibile che abbiamo deciso di intraprendere è l’intitolazione a Gianluca dell’aula dell’International MBA, prodotto a cui sono particolarmente affezionato in quanto la progettazione, il lancio e la conduzione della prima edizione è stata per me la prima occasione di condividere con Gianluca un progetto grande, innovativo e di impatto incredibile sullo sviluppo successivo della nostra Scuola.
Ma questo è facile, e noi siamo cresciuti credendo che sono le sfide difficili quelle che una volta vinte lasciano davvero il segno. Come è stata la sfida dell’International MBA del MIP.
E quindi, assieme a Emilio Bartezzaghi (maestro di Gianluca), Raffaella Cagliano (sua prima allieva) e ad altri colleghi e amici di Gianluca abbiamo pensato ad una sfida veramente grande: attrarre faculty e ricercatori internazionali a Milano per portare avanti  le attività di ricerca e formazione sui temi a lui cari ed a cui ha dedicato buona parte della sua vita accademica.
Ma non solo: Gianluca era uno strenuo fan della meritocrazia, quindi vogliamo anche investire per creare opportunità per persone meritevoli affinché possano venire alla School of Management a studiare nelle nostre aule con il supporto di borse o premi di studio a lui intitolati.
Realizzare tutto questo richiede lo sforzo ed il contributo di tutti: il MIP, il Dipartimento di Ingegneria Gestionale, il Politecnico, ma anche le Aziende e Istituzioni con cui lavoriamo e soprattutto i nostri Alumni, cioè le persone che hanno avuto modo di conoscere Gianluca come docente al MIP o a Ingegneria Gestionale. Ed infine i nostri colleghi, non solo del Politecnico.
Abbiamo quindi deciso di lanciare un progetto strutturato che vede come elemento fondamentale la costituzione di un’Associazione (legalmente riconosciuta) a lui dedicata. Questa Associazione, che avrà come organo amministrativo un consiglio con rappresentanti del MIP, del Dipartimento di Ingegneria Gestionale, dell’Ateneo e della famiglia, è il veicolo che intendiamo utilizzare per realizzare una campagna di raccolta fondi strutturata, fondi che serviranno per finanziare le attività e lo sviluppo delle risorse del centro di eccellenza Gianluca Spina e tutte le iniziative di premi e borse di studio che stiamo progettando.

GENERAL COMPOSITION


Intendiamo raccogliere fondi da due canali: le Imprese (tra cui il MIP) e gli Individui. Evidentemente le modalità di ingaggio e le tempistiche sono differenti, motivo per cui per la raccolta di fondi presso gli individui abbiamo deciso di realizzare una campagna di crowdfunding che sarà appoggiata su Fondazione Politecnico di Milano, che gentilmente ci supporta in questo progetto fino a che non sarà terminato l’iter costitutivo dell’Associazione.
L’obiettivo di raccolta è ambizioso: il nostro target è raccogliere almeno 200.000 Euro con il solo crowdfunding ma non vi possiamo nascondere che in realtà ci aspetteremmo molto di più. E se avremo successo ripeteremo il crowdfunding in futuro per avere un ulteriore sostegno in termini di premi e di borse di studio. Solo per darvi qualche riferimento: 200.000 Euro corrispondono al finanziamento necessario per 4 anni di un posto da ricercatore internazionale, oppure per 10 borse di studio per MBA o anche di più per i master specialistici. Speriamo davvero di riuscire a fare di più.
E poi se riusciremo a raggiungere i nostri obiettivi di raccolta avremo probabilmente realizzato uno dei sogni condivisi con Gianluca: riuscire a scardinare la convinzione diffusa che in Italia aziende ed individui non hanno la consuetudine a donare per supportare le Università dove hanno studiato e che in qualche modo hanno contribuito al loro successo professionale, a differenza di quanto succede in altri Paesi con cui noi competiamo.
Sono certo che ci aiuterete a realizzare questo sogno.

Andrea Sianesi,
con Emilio Bartezzaghi e Raffaella Cagliano

Vuoi diventare Socio? Scopri come fare, clicca qui.

E' inoltre possibile donare il 5x1000 all'Associazione. L'Agenzia delle Entrate ha infatti confermato l’inserimento dell’Associazione Gianluca Spina nella lista dei beneficiari del 5x1000 per la dichiarazione dei redditi. Vai alla pagina dedicata, clicca qui.

vai a tutte le news